Era forse inevitabile che il grande vedutismo europeo nascesse qui, sotto questo cielo muscolare, in mezzo a questo vento che spazza l’aria, spinge lontano l’orizzonte e regala alla vista l’illusione di poter abbracciare l’intero universo in uno sguardo che nulla perde, dalle enormi distanze ai dettagli più minuti. Una tradizione che in un mattino pieno di nuvole e vento del 1985 si ritrova qui, nella collina di fronte alla cittadina di Le Treport, nel nord della Normandia, e qui, nella visione di Gabriele Basilico, ritrova la leggendaria capacità di creare vertigini dello sguardo in un’immagine che superando oziose barriere tra i generi si colloca di diritto al termine di una storia secolare. Che a sua volta riparte da qui, dalla terrazza e dalle due panchine che appena sotto i nostri occhi invitano lo sguardo e creano uno spazio di mezzo tra l’immagine e lo spettatore, il luogo solido e perfetto da cui iniziare la nostra perlustrazione di un infinito che, una volta tanto, non ci fa paura.

Le fotografie e le immagini di questa pagina, nel rispetto del diritto d’autore, vengono riprodotte per finalità di critica e discussione ai sensi degli artt. 65 comma 2, 70 comma 1 bis e 101 comma 1 Legge 633/1941.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.